Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Menu

Supporto Turistico

VISITE GUIDATE
a SPERLINGA e dintorni:
GANGI - PETRALIE
GERACI SICULO
(borghi più belli d'Italia)
NICOSIA - MISTRETTA

ESCURSIONI PARCO DEI NEBRODI E MADONIE
RISERVE NATURALI CAMPANITO-SAMBUGHETTI E ALTESINA

Salvatore Lo Sauro

Salvatore Lo Sauro

Guida Turistica
Guida escursionistica
A.I.G.A.E. autorizzata
per tutta la Sicilia.

ITA FRA ENG
Ita. - Francais - Eng.

Tel-phone:
3488724073 - 3407840354
Sperlinga (Enna) - Sicily - Italy

losauro.sal@libero.it

www.sperlinga.net


Castello di Sperlinga
Gangi
 Gangi

Incerte sono le origini del paese. Di esso narrano antichi scrittori e storici quali Plutarco, Plinio, Cicerone, Diodoro Siculo. Si parla di un paese chiamato ENGIUM, legato alle note vicende dei Cretesi, i quali, condotti da Minosse alla ricerca di Dedalo, perdettero il loro capo per opera di Cocalo, re dei Sicani. Senza condottiero rimasero in Sicilia fondando la citt di Minoa. Un gruppo di essi si spost verso l’interno e vi fond una citt (Engium). Gli abitanti della citt costruirono un tempio delle Dee Madri, ricco di offerte votive lasciate anche da Ulisse e Scipione l’Africano. Del tempio parla anche Cicerone nelle sue “Verrine”. Molti reperti archeologici e le scritture in greco e in latino rinvenuti sul vicino monte Alburchia oggi sono conservati nel locale Museo Archeologico. Il periodo saraceno e quello normanno stravolgono la storia del paese, gli abitanti infatti si rifugiano sul monte Marone alla fine del XI secolo dove era presente un castello dei Ventimiglia di Geraci e vi creano il nuovo paese. Agli inizi del XIII secolo, Engio si ribell al re Federico d'Aragona il quale ordin che venisse rasa al suolo e l'abitato trasferito nel luogo odierno. Dal 1340 Gangi una terra fortificata con un castello dotato di quattro torri e un nucleo residenziale protetto da una cinta muraria.

Fu la patria dei pittori G. Salerno(1570 –1632) e di G. Vazzano (1565 – 1630) e dello scultore Filippo Quattocchi.

Un percorso interno alla citt permette un interessante visita: Palazzo Bongiorno con affreschi del Fumagalli, la Chiesa di San Nicola con all'interno opere degli artisti gangitani e la torre campanaria detta dei Ventimiglia  e   che si conclude  al Museo Archeologico e alla pinacoteca che presenta le opere di Giambecchina.  


 Gangi foto panorama

 

 Palazzo Bongiorno particolare di affresco del Fumagalli 1790

 

 Torre dei Ventimiglia

 

                             Chiesa madre particolare  - Giudizio universale Lo Zoppo di Gangi

 

Filippo Quattrocchi San Gaetano  

 
Cripta della Chiesa Madre  di Gangi  meglio conosciuta come "a fossa di parrini" 
aperta domenica dalle 9,30 alle 12,30 dalle 16,30 alle 18,30 a cura di un gruppo di volontari pagina Facebook


La strada delle Torri - itinerario storico/naturalistico 

Un singolare percorso turistico storico- naturalistico la via delle Torri che permette di apprezzare tre strutture archittettoniche di grande fascino come le due torri cinquecentesce  di Capuano e Bordonaro e il castello rupestre di Regiovanni annoverato fra i castelli di Federico II di Svevia 

Link Mappa wikimapia 

1) Torre di Capuano  

particolare della torre di Capuano

2) Il Castello rupestre  di Regiovanni

Castello rupestre di Regiovanni: particolari di escavazioni

3) La Torre di Bordonaro 

Veduta panoramica della Torre di Bordonaro



  Aggiornato al: 09-11-2015


Powered By Michele Scarlata